Quando Bere il Tè Matcha

Studi scientifici hanno dimostrato che il Matcha accelera il metabolismo e migliora le capacità del corpo di bruciare le calorie.
Non solo può aiutarti a rimanere in forma, ma puoi renderti più concentrato/a sul lavoro o sullo studio. Il Matcha inoltre combatte i radicali liberi e mantiene giovane l’organismo.

Ma quando è il momento migliore per bere il tè Matcha?
Vediamo alcuni esempi.

 

Quando bere il tè Matcha: prima di fare sport

Bere 1 o 2 tazze di Matcha prima di iniziare la tua routine quotidiana di allenamento fa molto bene.
E’ stato infatti scientificamente dimostrato che bere il Matcha subito prima degli allenamenti aiuta il corpo a bruciare fino al 25% in più di calorie e può aumentare la resistenza fisica fino al 24%.

 

Quando bere il tè Matcha: durante lavoro e studio

Il Matcha ha una storia millenaria perché tradizionalmente i monaci Zen assumevano questo tè per mantenere calma, concentrazione ma soprattutto restare svegli durante le lunghe ore di meditazione.
Il Matcha può quindi aiutare a ridurre lo stress grazie alla L-teanina, che generando onde alfa nel cervello, induce uno stato di “calma attenzione”. Questo tè può anche migliorare la velocità di apprendimento e la memoria.

 

Quando bere il tè Matcha: ogni volta cha abbiamo bisogno di energia

Il Matcha ha la particolarità di rilasciare energia nel flusso sanguigno in modo graduale.
Ciò significa che chi beve Matcha regolarmente sperimenta una spinta energetica che dura tutto il giorno. I primi ricercatori lo attribuivano alla caffeina, ma gli studi più recenti hanno scoperto che in realtà è un mix unico di proprietà il responsabile di questo lento rilascio di energia.

 

Si può bere il tè Matcha in gravidanza?

E’ sempre consigliabile parlare con il proprio medico e ridurre il consumo di bevande stimolanti durante il primo trimestre.
Secondo i medici, una donna incinta non dovrebbe consumare più di 300 mg di caffeina al giorno. Altri consigliano di limitare l’assunzione a circa 200mg.

Anche se la caffeina del Matcha è diversa da quella del caffè, sarebbe comunque ancora saggio per limitare il consumo Matcha e di tutte le altre fonti di caffeina durante la gravidanza.

Un cucchiaino da tè Matcha contiene circa 70 mg di caffeina: se per ogni tazza utilizzi un cucchiaino scarso di polvere, ti consiglio di limitare il consumo a 3 dosi al giorno.

 

Quando bere il tè Matcha: a casa, per farsi una coccola

Il momento perfetto è a casa, bevuto velocemente ma senza fretta, da una piccola ciotola di ceramica.
Il matcha è un’esperienza che va oltre il semplice bere tè: si cerca di fermare il tempo mentre si stringe la ciotola con entrambe le mani e si respirano i vapori della bevande ad ogni sorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *