Come Usare (e Conservare) Correttamente il Chasen

come conservare chasen

Il frullino di bambù (Chasen) è un elemento fondamentale nella preparazione del Matcha cerimoniale, e in particolare per creare il leggero velo di schiuma che caratterizza questo tè.

Il Chasen è uno strumento delicato, la frequenza con cui viene usato e la cura che gli si dedica ne determina il mantenimento.
E’ già rovinato dopo pochi utilizzi?
Probabilmente lo stai usando nel modo sbagliato.

Ecco un elenco di suggerimenti per prenderti cura del tuo Chasen, da seguire prima, durante e dopo l’utilizzo.

Come usare il Chasen (frullino Matcha)

Prima dell’utilizzo

Immergilo: al primo utilizzo del Chasen, riempi la ciotola del Matcha (Chawan) con acqua tiepida e lascialo riposare all’interno per qualche secondo. Ciò permetterà al tuo chasen di “fiorire”, cioè aprire il suo centro e i ricci esterni.

Durante l’utilizzo

Usalo con delicata decisione: quando usi il Chasen per il Matcha, fallo in modo deciso ma delicato.
E’ vero, l’obiettivo è ottenere una schiuma consistente e sciogliere tutti i grumi, ma attenzione ai movimenti troppo bruschi; è fondamentale infatti tenere il Chasen sospeso nel liquido, e muoverlo sopra il pelo dell’acqua.
Per evitare di danneggiare i rebbi di bambù, cerca di non grattare o spingere sul fondo della ciotola con il Chasen.
Consiglio: se stai preparando il matcha nel modo tradizionale e aggiungi la polvere del tè prima dell’acqua, puoi rimuovere i grumi più spessi con il Chasaku o un normale cucchiaino. Altrimenti puoi sciogliere la polvere con un cucchiaino di acqua fredda, per poi aggiungere quella calda per preparare il tè.

Dopo l’utilizzo

Puliscilo: il Chasen, in quanto materia naturale, può facilmente sviluppare muffe. Deve essere lavato, ma non in lavastoviglie! Quello che faccio di solito (e che viene fatto anche nella cerimonia tradizionale) è riempire la ciotola con acqua tiepida e usare di nuovo il Chasen per frullare l’acqua come se stessi preparando un altro tè. Guardo rapidamente il frullino per vedere se sono rimasti dei granuli verdi. Se sì, continuo a mescolarlo nell’acqua calda. In caso contrario, scuoto leggermente la frusta su un canovaccio per eliminare l’eventuale acqua in eccesso.

Asciugalo: la muffa può svilupparsi a causa dell’umidità che rimane sul Chasen. Dopo aver scosso con delicatezza l’acqua in eccesso, ti consiglio di lasciarlo asciugare all’aria, ancor meglio se inserito nell’apposito supporto.

Conservalo: anche il modo in cui conservi il chasen fa la differenza. Il frullino di bambù è un’opera artigianale delicata, non conservarlo nel contenitore di plastica nel quale (quasi sicuramente) ti è stato venduto!
Il modo migliore per conservarlo è su un porta Chasen: la frusta si appoggia a testa in giù sul supporto (la punta interna va inserita nel foro del supporto), perché aiuta a mantenerne la forma e la protegge da eventuali danni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *